Musica

Il nuovo album dei Black Keys, in streaming

Uscirà il 13 Maggio Turn Blue, il nuovo album dei Black Keys, l’ottavo (ci credereste che The Big Come Up è del 2002?) del duo di Akron, OH.

Nel frattempo, per chi proprio non può farne a meno, su iTunes si può ascoltare in anteprima (cliccando qui, oppure aprendo iTunes e andando allo Store). Turn Blue è stato già anticipato dal singolo Fever, che Dan Auerbach e Patrick Carney hanno suonato anche da Fazio a Che tempo che fa. Il video ufficiale invece è questo:

L’album precedente, El Camino (il settimo), è stato un successo planetario, che ha consacrato Dan e Patrick al pubblico di massa, con 1milione e mezzo di copie e un Grammy Award nel 2012 per il miglior album rock (era stato nominato anche album dell’anno, ma vinse Babel dei Mumford & Sons). La canzone più famosa è Lonely Boy, anche e soprattutto per il video che, apparso su Youtube il 25 ottobre 2011, divenne subito virale ottenendo 400.000 visite in 24 ore – un piano sequenza di Derrick T. Tuggle (attore, musicista e guardia giurata part time, fonte wikipedia, sic!) che ballava nell’atrio di un motel sulle note del pezzo. Il video aveva una storia interessante (sì perché Tuggle doveva fare solo la comparsa, ma il suo ballo improvvisato ispirò il regista del video – Jesse Dylan* – che cambiò idea e decise di farlo così; siccome, come detto, si trattava di un piano sequenza, Tuggle dovette imparare il testo ascoltando la canzone per un’ora, così da essere totalmente sincronizzato durante l’unica ripresa). Il video è questo, lo mettiamo anche se siamo sicuri che, perlomeno di sfuggita, l’abbiate visto almeno una volta:

Lonely Boy è stata messa anche da me e da Arturo nella prima puntata di Coffee Show, programma che facevamo su RadioZio (lacrimuccia) e che Spreaker ci ha cancellato, quindi è impossibile da ritrovare. Comunque Lonely Boy ebbe un gran successo (nei soliti Grammy 2012, vinse nella categoria miglior performance rock e fu nominata nelle categorie canzone dell’anno, miglior canzone rock) e ha portato fortuna al duo, che fra l’altro sarà in Italia, al Rock in Roma, l’8 Luglio.

Tornando a Turn Blue, è stato registrato tra il 2013 e l’inizio del 2014 in tre studi: il Sunset sound di Hollywood, il Key club di Benton Harbor, in Michigan, e l’Easy eye sound studio di Nashville, in Tennessee, e questa è la tracklist:

1. Weight of love
2. In time
3. Turn blue
4. Fever
5. Year in review
6. Bullet in the brain
7. It’s up to you now
8. Waiting on words
9. 10 Lovers
10. In our prime
11. Gotta get away

AB

PS: la foto che avete visto nella home è, come facilmente intuibile, la copertina dell’album

*Dylan è il regista di American Pie – il matrimonio, e del video Yes we Can, quello della canzone di Will.i.am che mixava il discorso di Obama con la sua voce e quella di altre star (e che potete vedere qui)

Annunci

2 thoughts on “Il nuovo album dei Black Keys, in streaming

  1. Pingback: Senza i White Stripes, non ci sarebbero stati i Black Keys | Backpack

  2. Pingback: Backlist #8 – la playlist del weekend | Backpack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...